Seleziona una pagina

Come fare la tempura giapponese? Per gli appassionati di cucina nipponica, oltre a conoscere la differenza tra sushi e sashimi, è fondamentale sapere, altresì, come preparare la gustosissima tempura che spesso allieta le cene a base di pietanze del Sol Levante.
Ciò che caratterizza la classica tempura Made in Japan è proprio la leggerezza e la croccantezza della pastella, in grado di rendere il piatto succoso ma squisito.
Ma prima di conoscere tutti i segreti su come fare la tempura giapponese, ecco una curiosità. Il termine tempura deriva da “tempora”, una parola che indicava in passato il digiuno da parte sia dei giapponesi che dei cristiani. Questo avveniva in alcuni precisi giorni della settimana dove era obbligatorio mangiare esclusivamente verdure.

LEGGI ANCHE: Quale riso usare per il sushi: varietà, consigli, differenze

Come fare la tempura giapponese: attenzione alla pastella

La classica pastella per la tempura giapponese deve essere composta da solo ed esclusivamente due ingredienti: farina di riso ed acqua. Parliamo, quindi, di una ricetta senza glutine. Per chi non avesse la farina di riso, si può anche usare la 00, anche se il risultato potrebbe essere un po’ diverso. L’acqua, di contro, dovrà essere frizzante e ghiacciata, per creare il cosiddetto shock termico tra la temperatura bassa della pastella e quella alta dell’olio per friggere. In questo modo, durante la cottura il composto si fisserà sulle verdure senza divenire troppo unto. Non a caso in Giappone la pastella viene preparata in ciotole di metallo rigorosamente fredde o poggiate addirittura su altre ciotole con ghiaccio.
Per preparare il composto, poi, i giapponesi usano le classiche bacchette che si utilizzano per mangiare ma è possibile servirsi anche della forchetta.

Come fare la tempura giapponese: che olio usare per friggere?

Per friggere si può usare il comune olio di semi di girasole, leggero al palato ma anche più salutare. Si sconsiglia l’olio d’oliva, fin troppo pesante per preparazioni quali la frittura. Se non si dispone dell’olio di semi di girasole, va bene qualsiasi altro olio, purché di semi.
La sua temperatura deve arrivare non oltre i 180° e va tenuta costante per tutto il tempo. Per tale ragione si consiglia di friggere poca verdura per volta.

Come fare la tempura giapponese: come cuocere il tutto

Se decidi di friggere sia pesce che verdure, inizia sempre dal primo e poi procedi con le seconde. Ricorda di non girare mai la tempura ma di toccarla solo in caso di bisogno. Le verdure devono cuocersi da sole e non devono essere girate costantemente.

LEGGI ANCHE: Tipi di cottura della carne: e tu quale preferisci?

Come servire la tempura giapponese?

Capito come fare la tempura giapponese, vediamo come servirla. Dopo la cottura è bene scolare l’olio in eccesso su una carta paglia ma anche su un foglio assorbente. In ultimo va servita e mangiata ben calda.

English English Italian Italian